COVID-19: il sindaco ringrazia gli operatori del Policlinico Abano

Lunedì, 24 Maggio, 2021

COVID 19: IL SINDACO RINGRAZIA GLI OPERATORI DEL POLICLINICO ABANO

Stamattina in Comune l’incontro con i vertici della struttura sanitaria 

 

ABANO TERME (PD), 7 MAGGIO 2021 – Un ringraziamento ufficiale per il lavoro svolto dal personale del Policlinico Abano durante la pandemia causata dal virus Sars-Cov-2. Lo ha voluto tributare il Sindaco di Abano Terme Federico Barbierato a tutti gli operatori della struttura sanitaria di piazza Cristoforo Colombo durante un incontro svoltosi stamattina in Comune con una delegazione della Direzione.

“Il Covid-19 – ha sottolineato Barbierato - ha messo a dura prova il nostro territorio e la salute dei nostri cittadini. Il Policlinico Abano ha rappresentato e rappresenta per quest’area un punto di riferimento importante. E’ doveroso ringraziare tutti coloro che hanno alacremente lavorato per garantire il funzionamento del Pronto Soccorso, gli interventi, i ricoveri, le visite e l’attività diagnostica, sia radiologica sia di laboratorio, in un’ottica di rete con il SSR, con il 118 e con gli ospedali Covid”.

I dati

Al Policlinico Abano lavorano 694 persone (91 medici, 510 appartenenti alle professioni sanitarie, 86 impiegati amministrativi e 7 dirigenti) e circa 110 liberi professionisti. Nel corso del 2020 al Pronto Soccorso della struttura si sono rivolte 30.213 persone (39.059 nel 2019). Di queste, 3.942 sono state trasportate dal 118, mentre oltre 25mila sono arrivate in autopresentazione. Durante l’anno sono diminuiti gli accessi contrassegnati dai codici di minore gravità (verdi e bianchi), come è accaduto in tutti gli ospedali, mentre i codici rossi seguiti dal reparto sono stati 167, più del doppio di quelli presi in carico nel 2019 (76).

Nel 2020 sono stati effettuati 12.627 ricoveri e sono stati eseguiti complessivamente 10.577 interventi chirurgici.

Da segnalare, tra l’altro, anche che nel 2020 sono aumentati i bimbi nati nella struttura, passati dagli 892 del 2019 ai 932 del 2020 (+40), e gli interventi di ginecologia oncologica, in totale 54, 14 in più rispetto al 2019. Infine, sul fronte delle prestazioni ambulatoriali registrano una crescita significativa quelle di Urologia, passate dalle 5.013 del 2019 alle 5.974 del 2020 (+911).

“Come si evince da questi dati – ha spiegato Alberto Prandin della Direzione del Policlinico – l’impegno del personale è stato massimo. Abbiamo dato la piena disponibilità al sistema sanitario regionale e una collaborazione quotidiana per dare risposte di salute a tutti coloro che necessitavano di assistenza no-covid. Nel corso della pandemia è anche aumentata la complessità dell’attività svolta, in particolare nella presa in carico dei traumi, sia domestici, sia da incidente stradale che causati da incidenti sul lavoro. A tutto il nostro personale va un sentito grazie. In particolare, va sottolineato l’impegno del dottor Marco Arboit, direttore del Pronto Soccorso, e di Giovanni Baccarini, coordinatore infermieristico del Pronto Soccorso, per il lavoro di coordinamento con la Centrale Operativa 118 di Padova”.

Sul fronte vaccini, infine, il Policlinico Abano ha comunicato nei giorni scorsi all’Aiop, l’Associazione Italiana Ospedalità Privata, la disponibilità a diventare sede di somministrazione.