Disturbi dell'Alimentazione (Anoressia, Bulimia e altri disturbi)

Disturbi dell'Alimentazione (Anoressia, Bulimia e altri disturbi)

Per quanto riguarda l’anoressia e la bulimia nervosa, gli esperti in forza al Centro considerano l’aspetto riabilitativo (medico, nutrizionale e psicologico) una componente essenziale del processo terapeutico dei disturbi dell’alimentazione e si pongono come obiettivo finale quello di sviluppare nei pazienti una valutazione di sé meno dipendente dal peso, dalle forme corporee e dal controllo dell’alimentazione. 

Questo contribuisce all’interruzione e l’eliminazione dei fattori di mantenimento specifici di questi disturbi (dieta ferrea, iperattività, comportamenti di controllo delle forme e dell’alimentazione, pensieri e preoccupazioni su cibo, peso e forme corporee, abbuffate e condotte di eliminazione, basso peso e sindrome da denutrizione, sensazioni corporee disfunzionali) e dei fattori di mantenimento aggiuntivi eventualmente presenti (bassa autostima, perfezionismo, problemi interpersonali, disregolazione delle emozioni, famiglia). 

La durata del trattamento riabilitativo previsto è di 16-20 settimane in forma residenziale; il trattamento è preceduto da una fase di inquadramento diagnostico, che prevede una valutazione medica, psichiatrica, psicosociale e comportamentale, oltre che la valutazione della composizione corporea e la misurazione del dispendio energetico. Il trattamento prevede che i terapeuti addestrino il paziente a diventare il più esperto della propria problematica, al fine di poterla gestire a lungo termine. 

L’82% dei pazienti ricoverati completa il programma riabilitativo con la normalizzazione del peso (che sarà il più basso possibile con alimentazione e attività motoria funzionale), e l’interruzione dei principali fattori di perpetuazione del disturbo dell’alimentazione.

Ambulatori associati