Chirurgia Generale mininvasiva e robotica

Chirurgia Generale mininvasiva e robotica

Guarda il video: 
Orari e recapiti: 
Reparto - 049 8221 316
Caposala - 049 8221 732
Orario di visita feriale:
7.00/8.00 - 12.00/14.00 - 18.00/19.00
Orario di visita festivo:
7.00/8.00 - 12.00/16.00 - 18.00/20.00

L’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale diretta dal dottor Gianandrea Baldazzi, già Presidente della SICOP (Società Italiana di Chirurgia dell'Ospedalità Privata) per il triennio 2015 - 2018, rivolge la propria attività al trattamento di tutte le patologie chirurgiche toraco-addominali sia oncologiche che funzionali o infiammatorie.

La maggior parte degli interventi chirurgici effettuati, viene eseguita con tecnica mininvasiva (laparo o toracoscopica), garantendo una identica efficacia terapeutica ma con una importante riduzione della degenza e del dolore postoperatorio. Il mantenimento dell’integrità della parete addominale o toracica, e quindi del paziente nel suo complesso, permette una più rapida ripresa delle normali attitudini, alimentari e lavorative, oltre ad un risultato estetico nettamente migliore. Le patologie di maggior rilievo trattate con tale metodica sono:

Patologie neoplastiche benigne e maligne dell'esofago, dello stomaco e del duodeno,

Patologie neoplastiche benigne e maligne del colon e del retto,

Patologie neoplastiche benigne e maligne, primitive e secondarie epato-bilio-pancreatiche,

Patologie benigne a carico delle vie biliari: Calcolosi della colecisti e della via biliare,

Patologie del giunto gastroesofageo e dell'esofago: Ernia iatale, Reflusso gastroesofageo, Acalasia,

Patologie della parete addominale: Ernie inguinocrurali, primitive, secondarie, recidive. Laparoceli, Ernie ombelicali,

Patologie infettivo-infiammatorie gastrointestinali: Appendiciti, complicanze da Malattie Croniche Infiammatorie Intestinali, Diverticoliti, Diverticolosi

Patologie ginecologiche: Endometriosi del setto rettovaginale e del retto,

Patologie legate all’obesità.

L’evoluzione della tecnica chirurgica verso una chirurgia sempre meno aggressiva e meno invasiva, quindi più rispettosa dell’integrità fisica del paziente, ha anche portato ad una importante evoluzione del trattamento postoperatorio, con una netta diminuzione dei tempi di degenza. Infatti, non sono più necessari importanti periodi di riposo obbligato al letto, di astensione dall’alimentazione, di prolungati utilizzi di fleboclisi.
I pazienti operati con metodica mininvasiva, per patologie quali la calcolosi della colecisti, ernie inguino-crurali e laparoceli, grazie anche ad innovative tecniche anestesiologiche, sono abitualmente mobilizzati nella stessa giornata postoperatoria e ricominciano l’alimentazione liquida dopo poche ore dall’intervento, e in alcuni casi, vengono dimessi il giorno stesso dell’intervento chirurgico.

Anche i pazienti sottoposti ad interventi maggiori sul tratto gastroenterico con tecnica mininvasiva per resezioni colorettali, vengono trattati con questi nuovi protocolli: infatti la mobilizzazione avviene il primo giorno postoperatorio, così come la ripresa dell’alimentazione liquida, realizzando quello che viene definito “Protocollo Fast Track”.
A disposizione per questa qualificante attività chirurgica ci sono sale operatorie altamente tecnologiche dotate di attrezzature moderne ed innovative, quali colonne per videochirurgia di ultima generazione, apparecchi anestesiologici di elevata performance e non ultimo il più recente Robot per chirurgia attualmente in commercio nel mondo: il Da Vinci.
La disponibilità di apparecchiature con tali caratteristiche permette quindi di offrire ad ogni paziente il trattamento chirurgico più adeguato, moderno e sicuro, allineato con le più recenti acquisizioni scientifiche internazionali. Infatti è ormai innegabile che l’adozione di tecniche chirurgiche mininvasive sia un requisito fondamentale per poter trattare in maniera ottimale ogni paziente, senza dover ricorrere ad incisioni chirurgiche ampie e a volte inutili.
Anche le patologie della parete addominale, ernie recidive o bilaterali e laparoceli, vengono trattati con tecnica laparoscopica e mini-laparoscopica (tramite incisioni di 3 e 5mm al massimo), garantendo una ripresa funzionale e il ritorno all’attività lavorativa assolutamente precoce con un importante vantaggio rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali.

Per il trattamento di patologie minori, quali ernie primitive monolaterali e varici, è prevista una sala operatoria con personale e spazi dedicati per la chirurgia ambulatoriale, con grande attenzione alla riduzione quasi totale della sintomatologia dolorosa, grazie all’adozione di nuovi strumenti e presidi chirurgici evoluti (protesi e materiali sigillanti di ultimissima generazione).

Sempre nell’ambito dell’attività dell’Unità operativa di Chirurgia esiste un servizio di Day Surgery e di One Day Surgery, per l’esecuzione di interventi di chirurgia miniinvasiva per la calcolosi della colecisti non complicata, i laparoceli e le ernie inguinali con anche dimissione in giornata, o il giorno dopo dell’intervento chirurgico.

Particolare attenzione viene anche data alla proctologia ed a tutte le disfunzioni del pavimento pelvico, grazie a trattamenti mirati ed innovativi che garantiscono una completa ripresa funzionale.
Inoltre il percorso del paziente viene seguito in ogni sua fase grazie alla presenza di ambulatori dedicati, sia per prime visite che per controlli postoperatori e per il follow up.

L’attività della divisione si esplica anche in un servizio di chirurgia d’urgenza con possibilità di interventi tempestivi ed immediati 24 ore su 24, sette giorni su sette, per ogni problematica chirurgica urgente, sia di natura traumatologica, sia per qualsiasi patologia a carattere chirurgico, da quelle oncologiche a quelle infiammatorie, dalle più semplici alle più complesse.

Prestazioni associate