Centro di riferimento regionale per la cura del Piede Diabetico

Centro di riferimento regionale per la cura del Piede Diabetico

Guarda il video: 
Orari e recapiti: 
Reparto - 049 8221 731
Caposala - 049 8221 307
Orario di visita per il pubblico
feriali: 7.00/8.00 - 12.00/15.00 - 18.00/19.00
festivi: 7.00/8.00 - 12.00/16.00 - 18.00/20.00

L’Unità operativa di Piede diabetico è formata da una sezione degenze con 18 posti letto, una sezione per i pazienti ambulatoriali e un servizio di Radiologia interventistica. L’Unità operativa è inserita nel Dipartimento piede e caviglia “Foot & Ankle Clinic” in associazione con l’Unità operativa di Chirurgia del Piede e della Caviglia. L’equipe dell’Unità operativa per il trattamento del Piede diabetico è formata da specialisti in diabetologia, chirurgia vascolare, ortopedia, radiologia, medicina interna, geriatria. 

Fanno parte del team anche laureati in podologia, tecnici ortopedici e infermieri specializzati nella cura delle lesioni cutanee. Da tempo riconosciuta a livello internazionale come uno dei Centri all’avanguardia per la cura di questa grave complicanza del diabete, l'Unità operativa vanta una notevole casistica. Ogni anno vengono eseguiti circa 1.000 ricoveri per complicanze agli arti inferiori in pazienti affetti da diabete mellito, 1.000 interventi di rivascolarizzazione endoluminale tramite angioplastica per ischemia critica periferica, 25.000 visite ambulatoriali per lo screening in pazienti a rischio e trattamento di lesioni ulcerative acute.

I pazienti sono seguiti per la patologia degli arti inferiori ma, essendo questa di fatto un marker di malattia cardiovascolare più complessa, la valutazione si estende all’ambito della cardiopatia ischemica, vero importante e principale fattore di rischio e di mortalità.

Gli specialisti dell’Unità operativa trattano tutta la patologia riconducibile a complicanze ulcerative, ischemiche ed infettive: in particolare, viene curato in regime di urgenza il piede acuto per la componente sia infettiva che ischemica, con uno stand by chirurgico di 24 ore su 24.

Settori di particolare interesse sono inoltre la patologia osteomielitica e il trattamento conservativo e chirurgico della neuroartropatia di Charcot.