Il futuro della sutura al Policlinico di Abano Terme.

Giovedì, 23 Marzo, 2017

Il futuro della sutura è già realtà al Policlinico di Abano Terme.

Abano Terme (Padova), 23 marzo 2017.

La ricerca del miglioramento continuo ci porta, qui al Policlinico di Abano, a porre particolare attenzione verso quelle innovazioni che possano garantire ancor maggior qualità nei servizi che offriamo. Uno degli ultimi esempi sono le suture di ultima generazione che il Dott. Claudio Khabbazè, dell’Unità Operativa di Chirurgia del Ginocchio, ha testato in prima persona insieme alla sua équipe. Ce ne parla nell’intervista seguente.


1) Di recente ha sperimentato delle nuove tecniche di chiusura delle ferite che non richiedono l’uso di punti. In che cosa consistono?

Ho avuto modo di utilizzare queste suture innovative e condividere l'esperienza con la mia équipe: una sutura “senza nodi” per i tessuti più profondi e un sistema per la chiusura della cute.
La sutura per i tessuti profondi consiste in un filamento in materiale riassorbibile che, grazie alla sua particolare struttura, non necessita di nodi di bloccaggio, ma permette di effettuare quella che si chiama una "sutura continua" con estrema garanzia di tenuta.
Il sistema di chiusura della cute è invece la combinazione di una rete e un liquido adesivo che permette alla ferita chirurgica di rimanere chiusa durante il processo di guarigione (circa 14 giorni).


2) Quali sono i maggiori vantaggi per il paziente?

La sutura "senza nodi" offre la possibilità di ridurre notevolmente i tempi di sutura della ferita chirurgica, quindi meno rischi di infezione, minor tempo di permanenza del paziente in sala operatoria e minori costi per la sanità.
Il sistema "rete e adesivo" ha una forza di tenuta superiore rispetto alle suturatrici cutanee, garantisce una miglior distribuzione della tensione, è impermeabile e riduce il rischio di contaminazione della ferita rispetto alle suture convenzionali.
Si traduce in maggior sicurezza e facilità di gestione della ferita per il paziente e per le figure sanitarie che seguono il paziente stesso durante il periodo di convalescenza.


3) In quali casi e per quali tipi di pazienti si applicano questi sistemi di sutura?

Nel nostro reparto ci occupiamo esclusivamente di Chirurgia del Ginocchio elettiva e il proposito è di utilizzare queste suture in tutti i nostri pazienti candidati a intervento di artroprotesi di ginocchio, sia essa totale che mono-compartimentale.
Al momento attuale, le controindicazioni cliniche, all'utilizzo dei due sistemi , sono estremamente rare e vanno analizzate dal chirurgo caso per caso.