Regolamento

Scarica il Regolamento

Scopo e applicabilità

La Fondazione Leonardo comprende la formazione continua tra le proprie funzioni istituzionali.
La Fondazione progetta, realizza, valuta e collabora nei percorsi di formazione in vari ambiti con Università ed Enti del territorio, Istituzioni sia Nazionali che Internazionali.
Riconosce il diritto di tutti i professionisti alla formazione e all’aggiornamento come fondamentale strumento per la crescita professionale, lo sviluppo di nuove competenze, il rafforzamento di quelle esistenti. La formazione è un investimento e, come tale, deve essere adeguatamente pianificato e valutato al fine di assicurare il diritto individuale alla formazione permanente in coerenza con gli obiettivi strategici.


Accreditamento provider

L’accreditamento di un Provider è il riconoscimento da parte di un’istituzione pubblica (Commissione Nazionale per la Formazione Continua o Regioni o Province Autonome direttamente o attraverso organismi da questi individuati) che un soggetto è attivo e qualificato nel campo della formazione continua in sanità e che pertanto è abilitato a realizzare attività formative riconosciute idonee per l’ECM individuando ed attribuendo direttamente i crediti ai partecipanti.
L’accreditamento si basa su un sistema di requisiti minimi considerati indispensabili per lo svolgimento di attività formative (ECM) e viene rilasciato ad ogni provider da un solo Ente accreditante a seguito della verifica del possesso di tutti i requisiti minimi condivisi.
La Fondazione Leonardo, in qualità di provider nazionale accreditato provvisoriamente (n° 5889), svolge attività di progettazione, erogazione e valutazione della formazione, con lo scopo di erogare formazione di qualità secondo gli standard previsti.
 

Acronimo Definizione
CDA Consiglio di Amministrazione
SGQ Responsabile Sistema Gestione Qualità
CCS Coordinatore Comitato Scientifico
CS Membro del Comitato Scientifico
RA Responsabile Amministrativo
RSI Responsabile Sistema Informatico
RF Responsabile della Formazione
RSO Responsabile della segreteria organizzativa
PFA Piano Formativo Aziendale
RS Responsabile Scientifico

 


Struttura organizzativa della Fondazione

CDA
Mansioni
•    Ha la legale rappresentanza della Fondazione
•    Cura l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione
•    Provvede ai rapporti con i terzi, gli Enti, le Autorità e le PA e firma gli atti e quanto occorre per l’esplicazione di tutti gli affari che vengono deliberati
•    Sorveglia il buon andamento amministrativo della Fondazione
•    Cura l’osservanza dello Statuto e ne promuove la riforma se necessario
•    Adotta, in caso d’urgenza, ogni provvedimento opportuno, sottoponendolo a ratifica da parte del CdA
•    Nomina le funzioni che compongono l’organigramma
•    Pianifica le politiche e le strategie dell’Area Formazione ECM

Responsabile Sistema Gestione Qualità (SGQ)
Mansioni:
•    Implementa un sistema di gestione della Qualità strategica per il miglioramento delle prestazioni della Fondazione
•    Promuove l’adozione di processi atti a sviluppare l’efficacia di governance all’interno della Fondazione
•    Supporta la Direzione nella corretta gestione dell’organizzazione

Coordinatore Comitato Scientifico (CCS)
Mansioni:
•    Convoca e presiede le riunioni del Comitato, coordinandone le attività e relazionando in merito ai risultati al CdA della Fondazione
•    Coordina il Comitato Scientifico per le attività di pianificazione, implementazione e valutazione dei progetti di formazione sanitaria, educazionali e/o comunicazionali, con riferimento al programma nazionale E.C.M. (Educazione Continua in Medicina)
•    Esamina e certifica la validità scientifica e formativa del piano

Membro del Comitato Scientifico (CS)
Mansioni:
•    Formula proposte ed esprime pareri sui programmi di attività
•    Formula proposte ed esprime pareri sui risultati conseguiti in ordine alle iniziative attuate dalla Fondazione
•    Propone e/o valuta l’appropriatezza della scelta di docenti nazionali/internazionali
•    Partecipa alla stesura e validazione del Piano Formativo a livello scientifico

Responsabile Amministrativo (RA)
Mansioni:
•    E’ responsabile dell’area amministrativa e contabile negli aspetti civilistici e fiscali della società.

Responsabile Sistema Informatico (RSI)
Mansioni:
•    Progetta e coordina i sistemi informatici, in relazione alle operazioni sistemistiche e di gestione dati
•    Coordina e integra gli applicativi di terze parti, assicurando una corretta erogazione dei servizi formativi

Responsabile della Formazione (RF)
Mansioni:
•    In accordo con il CdA e il Comitato Scientifico pianifica le esigenze formative in base all’analisi dei fabbisogni effettuata
•    Partecipa alla stesura del progetto nel dettaglio (docenti, materiali, destinatari, comunicazione dell’evento)
•    Gestisce i contatti con la Commissione Nazionale ECM
•    Coadiuva l’attività del Responsabile di Segreteria Organizzativa
•    Coordina il sistema di valutazione dei risultati della formazione
•    Stende la relazione annuale sull’attività svolta

Responsabile della segreteria organizzativa (RSO)
Mansioni:
•    Gestisce e coordina la gestione operativa dell’attuazione del piano formativo
•    E’ responsabile della gestione e archiviazione dei dati riferiti a ogni singolo corso
•    Effettua attività di segreteria e di tutoraggio/gestione aula per le attività formative


Organigramma

organigramma


Risorse economiche

Budget per la formazione - La Fondazione Leonardo definisce annualmente la quota di risorse da destinare ad iniziative di formazione ed aggiornamento.
Il finanziamento complessivo per la formazione è determinato ogni anno dal Consiglio Di Amministrazione, sentito il Comitato Scientifico.
Questi forniscono indicazioni di carattere generale per la progettazione, l’attuazione e la valutazione degli interventi di formazione, inoltre, la predisposizione degli atti necessari per l’approvazione del Piano del Gruppo di Formazione, delle sue modifiche e integrazioni.
Sponsorizzazioni– gli eventi formativi possono ricevere finanziamenti sotto forma di sponsorizzazioni, le cui condizioni devono rispettare la normativa prevista in materia
Altre forme di finanziamento – altri finanziamenti possono derivare dall’adesione a fondi o dalle quote di iscrizione di partecipanti esterni.


Il Piano formativo annuale

Il Piano di Formazione Annuale, documento di programmazione delle attività formative, deve essere presentato entro il mese di Novembre precedente l’anno di competenza all’approvazione del Consiglio di Amministrazione, in coerenza con le scadenze di approvazione del piano annuale di budget.
Il PFA è strutturato sulla base di:

➢    Bisogni formativi rilevati all’interno delle UO da parte dei Coordinatori e sottoposti ad approvazione della Direzione Sanitaria
➢    Linee guida previste da normative regionali/nazionali
➢    Obiettivi strategici direzionali

Il Piano Annuale della Formazione è per sua natura uno strumento dinamico e quindi è soggetto a possibili modificazioni ed integrazioni durante l’anno. Ciò detto sempre nel rispetto delle procedure previste e senza produrre variazioni nel budget assegnato.

Modalità di presentazione delle richieste

Le proposte formative devono essere inviate mezzo mail alla RSO utilizzando il modulo Scheda di presentazione del progetto formativo (allegato 1).
Il Servizio competente per la formazione raccoglie tutte le richieste e le sottopone a valutazione e approvazione da parte del CDA e del CS.
A seguito dell’approvazione, il RF procede alla pianificazione degli eventi/progetti proposti. La RSO, in collaborazione con il RS dell’evento formativo, compila il modulo Modello richiesta corso (allegato 2) e inserisce nel portale di Agenas le informazioni almeno 30 giorni prima della data dell’evento.
 

Docenti

L’individuazione del docente deve essere effettuata dal RS sulla base delle competenze attestate da adeguato curriculum. Il docente e il RS, su richiesta del RSO, sono chiamati a redigere il proprio Curriculum aggiornato secondo il Modello formato CV Europeo (allegato 3) con tutti i dati anagrafici, firmato e datato di proprio pugno, e a spedirlo tempestivamente al richiedente in formato Pdf attraverso posta elettronica.
L’ufficio competente per la formazione redige l’elenco dei docenti, che aggiorna periodicamente sulla base delle valutazioni di gradimento raccolte e dal quale attinge sulla base di esigenze formative specifiche.
Il compenso dei formatori è suddiviso in fasce e definito sulla base del possesso di determinati requisiti professionali/di competenza e sulla base del target dei partecipanti.



Sedi

I corsi si svolgono all’interno degli spazi presenti nelle sedi delle aziende sanitarie del Gruppo Policlinico Abano.
Il ricorso a sedi esterne è motivato dall’indisponibilità di spazi interni o da particolari necessità che altrimenti non possono essere soddisfatte (capienza di aula, necessità di strumentazione,..). L’approvazione della sede deve essere confermata dal CDA.


Gestione dell’evento

TIPOLOGIA DI EVENTO
L’evento formativo può essere di più tipologie:

Formazione Residenziale (RES): si intende l’attività formativa realizzata in aula che prevede la presenza fisica del partecipante. Rientrano in questa tipologia le conferenze/convegno/congresso; Seminario, Workshop; Corso di Formazione.
Formazione sul campo (FSC): Attività in cui il partecipante in modo attivo acquisisce nuove conoscenze, abilità e comportamenti utili all'esecuzione di attività specifiche, all’utilizzo di tecnologie e strumenti o al miglioramento di aspetti relazionali.
Si verificano in genere durante tirocini, training, periodi di affiancamento, attività
di addestramento, supervisione, etc.
Formazione a distanza (FAD): Fruizione individuale di materiali durevoli attraverso: computer/dispositivi informatici abilitati alla riproduzione dei contenuti o utilizzando specifici software dedicati o attraverso materiale cartaceo preparato e distribuito dal Provider.

In base alle caratteristiche dell’evento, il provider assegna il numero di crediti definiti dall’Accordo Stato-Regioni “Criteri per l’assegnazione dei crediti alle attività formative”.

MARKETING E ISCRIZIONE
La RSO è incaricata del marketing informativo e della gestione delle iscrizioni.
L’evento viene pubblicizzato tramite brochure e mail ai destinatari potenziali dell’attività formativa e attraverso il sito web della Fondazione, delle aziende del Gruppo Policlinico Abano e tramite il sito AGENAS nazionale.
La comunicazione fa riferimento a:
-    titolo dell’evento
-    data e sede
-    docente e responsabile scientifico
-    crediti formativi
-    destinatari dell’evento
-    costi
-    contatti.

La RSO raccoglie le adesioni ricevute tramite mail -Modulo Scheda Iscrizione- (allegato 4) e invia la conferma dell’avvenuta iscrizione.
La RSO ha la responsabilità di gestire la logistica d’aula, verificando, oltre che la disponibilità dei locali, anche la presenza di registri, materiali cartacei, supporti informatici e materiali didattici. E’ di sua responsabilità anche la segnalazione di eventuali attività di manutenzione rilevate in verifiche periodiche ai locali.

ACCOGLIENZA E REGISTRAZIONE
La RSO provvede alla registrazione dei partecipanti, alla consegna del materiale didattico (se presente), alla raccolta dei dati anagrafici mancanti (attraverso compilazione del Modulo raccolta dati – allegato 5), necessari per la preparazione degli attestati di partecipazione, e alla raccolta delle firme di presenza. E’ responsabile del controllo della completezza e corretta della documentazione.
Durante lo svolgimento si occupa di supportare il docente/i partecipanti per qualsiasi esigenza d’aula.

VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO
Il docente predispone la valutazione dell’apprendimento dei partecipanti, che oltre ad essere individuale, deve realizzarsi con strumenti adeguati e in forme coerenti a documentare l’acquisita conoscenza/competenza di almeno il 75% degli obiettivi dichiarati.
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc..
Nel caso di valutazione di prova pratica, il documento deve riportare la prova eseguita, l’esito della prova di ogni partecipante e la firma del docente.
Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta multipla saranno a scelta quadrupla con una sola risposta esatta (in caso di mancato superamento della prova, le risposte corrette potranno essere comunicate ai discenti solo a conclusione del corso).
Al termine dell’evento la RSO raccoglie la documentazione compilata e predispone gli attestati di partecipazione, che verranno consegnati o inviati tramite posta elettronica certificata ai partecipanti.

VERIFICA DELLA QUALITA’ PERCEPITA
La normativa prevede l’utilizzo di una specifica scheda sulla qualità percepita in cui i discenti possano dichiarare anche la percezione di eventuali influenze dello Sponsor o altri interessi commerciali nel programma svolto.
Il servizio competente per la formazione raccoglie, archivia e trasmette tutta la documentazione relativa ai crediti riconosciuti ai professionisti sanitari.
 

Allegato 1 – Scheda di presentazione del progetto formativo
Allegato 2 - Modello richiesta corso
Allegato 3 – Modello Cv Europeo
Allegato 4 – Modulo scheda iscrizione
Allegato 5 – Modulo raccolta dati
 

Scarica il Regolamento